bambino e adulto che pescano

C’era una volta un fiume

La trasmissione dell’esperienza distingue gli esseri viventi più evoluti. Le nuove generazioni fanno tesoro dell’esperienza delle precedenti con meccanismi di sedimentazione che portano a non commettere più gli stessi errori

Dai primati ai ratti, tutti imparano dalle esperienze e alcune specie in modo particolare lo trasmettono ai propri simili. Questo vale per tutte le specie fuorché per l’uomo. Mentre questo processo è consolidato per le scoperte scientifiche e per la tecnologia, fallisce miseramente per tutte le altre vicende umane a causa della evanescente memoria storica, caratteristica peculiare della nostra razza.

All’uomo bastano tre generazioni perché si dimentichi dei guai e delle devastazioni provocate. Forse tocca a noi, che questa memoria ancora l’abbiamo, accendere una piccola luce in questo mondo di negazionisti e smemorati, fosse solo per lasciare un piccolo seme da cui nasca la pianta della consapevolezza, nella speranza che qualcuno la voglia annaffiare.

Puoi acquistare questo libro anche in formato ebook

 

https://www.youcanprint.it/cera-una-volta-un-fiume/b/e7167e44-157c-5118-8ea5-51aef8db363d

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.